POMERIGGI MUSICALI

a PALAZZO ALBRIZZI-CAPELLO

 

SABATO 27 MAGGIO 2017 ore 17:30

 

Teatro Danza

 “ASCOLTAMi”

ideato e scritto da Antonella Granata

Regia: Antonella Granata e Manuel Paruccini

Coreografia: Manuel Paruccini

Brani Barri Gotic e Tin Toy composti da Piero Pizzul

Interpreti:

Paola Bellisari – Viola Centi – Kamila Bigos – Luca di Nicolantonio –

Antonella Eletti – Ftancesco Ciani – Karen Fantasia – Manuel Paruccini –

Alessia Tona – Andrea Villanetti

Chitarra  

Collaborazione artistica – Elisa Galletto

Costumi: Serena Manfredini

 

SINOSSI

 “ASCOLTAMI” narra la conoscenza e lo spazio vitale di ogni uomo e ogni donna, il cammino mano nella mano, nelle rispettive diversità, nelle delusioni e nei desideri.

Apparentemente due emisferi sconosciuti e disorganizzati che si esplorano, si vogliono, si scontrano per poi riunirsi, nutrirsi di energia, forza, coscienza, intuito, amore, complicità e rispetto.

Uomini che raccontano le donne e donne che si lasciano vivere

Una realtà profonda che solo su questo mondo può allontanare le distanze, se la donna oggi troverà la forza di rinascere in un uomo di ieri e se l’uomo oggi troverà la forza di desiderare dolcemente il suo tratto femminile.

 

La scelta musicale spazia tra autori vari e brani
inediti, scritti per lo spettacolo dal M° Piero Pizzul.

Poesia di Simona Scarpati interpretate da Kamila Bigos  

 

 

LUNEDI’ 29 MAGGIO – ore 17.00

Concerto per Flauti

Saggio della Classe di Flauto

della Maestra Vendrasco

 

Finissage della Mostra: Le Favole di Grimm

 

 

DOMENICA 4 GIUGNO ore 18.00

Sala della Pace e Portego

VERNICE DELLA MOSTRA

“Vestiti d’Arte”

Presenta Alessandro Piccinini

Performance Musicale

 M° Luigi Ferro

Sfilata di moda: Abiti e accessori dipinti a mano

In collaborazione con Associazione artistica Art Emotions For Soul

Presidente Mario Castellese

 

 

SABATO 17 GIUGNO- ore 18,00

Vernice della mostra d’Arte:

“Energia creativa-Astrazione e Figurazione”

con le opere di

Sabrina Costantini Always, Maria Teresa Eleuteri, 

Michele Nave, Giorgio Baldoni, Angelo De Maio, 

Flavio Gregoli, Agostino Cartuccia

curatore:  Roberta Gaudeni di Contemporary Art

Intermezzo Musicale 

Recital del Duo

Henry Domenico Durante, violino 

Roberto Galletto, pianoforte 

 

programma

Alessandro Longo:            Suite op. 33

Francesco Cilea:                Vocalizzo da concerto

                                          Suite in mi maggiore

Cesar Franck:                    Sonata in La maggiore

 

Un evento nella cornice di Art Night Venezia 2017

Orario di visita della mostra 18.00 – 24.00

 

 

 

Henry Domenico Durante, violino

 

Si diploma in violino con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di R. Donà, G. Arnaboldi e G. Monch, presso il Conservatorio di Vibo Valentia, proseguendo gli studi presso l'Accademia dei "Solisti di Pavia" e il Conservatorio di Fermo con M. Rogliano, dove consegue il Biennio in violino con 110 e lode. Si perfeziona in violino con N. Beilina, C. Rossi, Z. Bron, mentre approfondisce lo studio della musica da camera con E. Bagnoli, R. Galletto, l’Apple Hill String Quartet, PierNarciso Masi, il Trio di Parma a Fiesole, il Trio di Trieste a Duino presso l’International Chamber Music Academy di Duino e con C. Fabiano presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma dove frequenta l’ultimo anno del Corso di perfezionamento in Musica da Camera.

Risulta vincitore in diversi concorsi fra i quali “F. Cilea” di Palmi, “Archi” di Milano, "Villa Rospigliosi" e nel 1997 vince la borsa di studio SIAE, concorrendo con i migliori strumentisti dei Conservatori italiani presso il Conservatorio di “S. Cecilia” di Roma.

Come camerista ha collaborato con artisti quali G. Monch, M. Quarta, M. Rogliano F. Dillon, F. Mondelci, R. Molinelli, G. Littera e, dal 2007, suona con il Trio Dmitrij del quale è fondatore, esibendosi in tutta Italia e all’estero in prestigiosi teatri e stagioni musicali. Numerose le partecipazioni su Radio3 tra le quali per l’esecuzione del sestetto di I. Xenakis e il quartetto n.3 di G. Scelsi, per la Rassegna di Nuova Musica di Macerata, il trio di R. Schumann n.1 op 63, i Fantasiestucke op. 88 e il trio di Chopin op. 8, per il festival di musica da camera Armonie della Sera e per l’esecuzione delle composizioni originali per trio di F. Liszt, nel programma Piazza Verdi (Radio RAI3), con una successiva lunga tournèe in Italia e all’Estero per proporre il programma virtuosistico in prima mondiale pubblicato in CD dalla Map Classic Edition di Milano nel 2016.

Come solista ha collaborato con l’Orchestra Filarmonica di Vidin (Bulgaria) diretta da O. Balan, con l’International Chamber Orchestra di Roma, per diverse stagioni,  e attualmente come prima parte e solista dell’Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro.

La sua attività orchestrale comprende collaborazioni con i Solisti di Pavia, i Solisti Aquilani, la FORM, l’ICE di Roma e, dal 2009, è spalla dell’Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro.

La sua attività discografica comprende un CD Live (2002) con musiche di W. A. Mozart, registrato durante un concerto presso la “Sala dei Marmi” del Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro; un CD Live (2004), registrato durante un concerto presso l’Auditorium “Pedrotti” di Pesaro, con musiche di Saint-Saens e Ciaikovsky; la registrazione della colonna sonora del film “Un mondo d’amore”, del regista A. Grimaldi, eseguendo musiche di J. S. Bach; un CD LIVE (2006) con musiche da camera di A. Longo; un CD (2010) con l'esecuzione del quintetto per violino e quintetto di fiati di E. Teodori; un CD (2016) con la musica da camera di F. Liszt eseguita con il Trio Dmitrij.

La sua attività didattica lo ha portato negli anni ad essere invitato dai Conservatori di Fermo (2008 e 2009) e di Siviglia (2012 e 2013) a tenere masterclass di violino e di musica da camera. Numerosi i corsi estivi di perfezionamento a Tolentino, Pizzo, Senigallia, Monterubbiano, Pesaro e l’insegnamento presso la scuola media e il liceo ad indirizzo musicale. Come formatore certificato dalla Regione Marche ha curato i corsi, del JOB di Pesaro, di formazione orchestrale nell’anno 2015-2016.

Ha pubblicato, nel 2013, tre volumi di tecnica violinistica per la casa editrice Isuku Verlag di Monaco di Baviera per la quale ha curato la trascrizione per orchestra d’archi della Sinfonia dell’Italiana in Algeri, commissionata dall’Orchestra Sinfonica Rossini ed eseguita in prima a Milano con la direzione di Massimo Quarta, e la trascrizione per trio, elaborata insieme al Trio Dmitrij, della prima Jazz Suite di D. Shostakovich.

Suona un violino S. Klotz del 1747.

 

Roberto Galletto, pianoforte

 

Erede della tradizione cameristica di Eugenio Bagnoli (celebre pianista discepolo di A.Casella con poliedrica attività in duo con N.Milstein, H.Szeryng, Y.Menuhin, Z.Francescatti, J.Starker e molti altri) ed al quale deve la sua formazione, si diploma con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio “B. Marcello” di Venezia. Segue i corsi di Franco Gulli, Marco Zuccarini e della New York University-Department of Music, studiando anche direzione d’orchestra. Si esibisce al Gran Teatro “La Fenice” di Venezia, al Teatro Filarmonico di Verona, al Teatro “Verdi” di Trieste, al Teatro “Bibiena” di Mantova, a Palazzo Strozzi di Firenze, ecc. L’attività artistica annovera centinaia di concerti in Italia, Europa, Russia, Malesia e Africa. Collabora con musicisti quali i violinisti Felix Ayo e Georg Monch, il Primo Flauto dell’ “Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino” Dante Milozzi, la soprano Katia Ricciarelli, il tenore Luigi Alva, la mezzosoprano Sara Mingardo, il violinista Giuliano Fontanella e molti altri. Esegue con vivo successo concerti di Liszt, Mendelssohn, Mozart, Bach, ecc., con complessi sinfonici di fama quali l’Orchestra della Radio Televisione di Lubiana. Il repertorio è vasto: comprende brani dal settecento ai nostri giorni e cicli completi di vari autori quali tutte le Sonate di Mozart per pianoforte e violino, l’opera per duo pianistico di Mozart e Brahms, le Sonate di Hummel con flauto, ecc. E’ invitato a suonare in onore del tenore Luciano Pavarotti, della mezzosoprano Giulietta Simionato nonché di altri grandi artisti; effettua dirette TV per emittenti nazionali ed estere ed incide per Decca, Rivo Alto, Newton Compton, Idyllium, Inedita CD e Metis Film. Spesso presidente di giuria in concorsi nazionali e internazionali pianistici e di musica da camera, tiene regolarmente corsi di perfezionamento e masterclass in Italia e all’estero - Accademia Paderewski di Poznan (Polonia), Staatliche Hochschule fur Musik di Mannheim, (Germania), Estonian Academy of Music and Theatre in Tallinn  (Estonia), Zhiganov, State Conservatoire di Kazan, (Russia), ecc. Suoi allievi sono spesso premiati in varie competizioni italiane ed internazionali. Da anni è direttore artistico di stagioni concertistiche, concorsi di esecuzione musicale: attualmente è membro della Direzione Artistica Nazionale A.Gi.Mus. (Ass. Giovanile Musicale) e Presidente di A.Gi.Mus. Fano Marche-Rotary Club Fano. Nell’aprile  2011 è stato curatore di un Convegno Internazionale di Musica da Camera tenutosi a Roma cui hanno partecipato musicisti di chiara fama provenienti da oltre 13 paesi e che ha avuto vasta eco sulla stampa specializzata. E’ docente titolare della cattedra di Musica da Camera al Conservatorio Statale di Musica “S. Cecilia” di Roma e membro istituzionale dell’ ”European Chamber Music Teachers Association”. 

 

Programma: 

RINFRESCO

 

 

Sabato 24 giugno – ore 18:00

Recital del pianista

Matteo Costa

in programma musiche di

R. Schumann,  L.v. Beethoven, F. Chopin

 

 

DOMENICA 9 LUGLIO 2017 ore 18.00

 

RECITAL DEL TRIO

TOMASZ TOMASZEWSKI   violino 

LESZEK BRODOWSKI,       viola

JAKUB TCHORZEWSKI      pianoforte

 

Programma:

Omaggio A Ludwig Van Beethoven

- Sonata in sol min op.5 n.2 per violoncello e pianoforte

                                          trascr. per viola e pianoforte

- Sonata in fa magg. Op. 24 “Primavera” per viola e pianoforte

- Trio in si bem. magg. Op. 11 per clarinetto, violoncello e pianoforte

                                          trascrizione per violino, viola e pianoforte

 

Tomasz Tomaszewski

Violino

E’ il primo violino della Deutsche Oper di Berlino, Tomaszewski è considerato uno dei migliori violinisti polacchi della sua generazione.

Dopo aver studiato all’Accademia musicale di Varsavia con il Prof. Wronski, continua a studiare a San Pietroburgo con il Prof. Gutnikov e poi a Friburgo con il Prof. Marschner.

Vincitore di numerosi premi ai più prestigiosi concorsi internazionali (come ARD a Monaco di Baviera, Jeunesse Musicales a Belgrado) esegue concerti in tutto il mondo, come solista, musicista da camera e direttore d’orchestra.

E’ fondatore e direttore artistico dell’orchestra da camera Kammersolisten der Deutschen Oper Berlin e Polnische Quartett der Deutschen Oper Berlin.

Presidente dell’Associazione Internazionale di Beethoven.

La sua grande esperienza di insegnante e musicista lo rende protagonista di corsi di alto perfezionamento in Germania, Polonia, Belgio, Spagna, Giappone, Corea e Italia.

 

Leszek Brodowski

Viola e musica da camera

Violinista e concertista polacco, pedagogo, direttore d’orchestra ed organizzatore di concerti, che vive in Italia. Si è diplomato con lode all’Accademia Musicale di Varsavia come allievo (dopo anche assistente) di Prof. Stefan Kamasa.

Ha suonato nelle più importanti orchestre del suo paese: Grande Teatro dell’Opera, Filarmonica Nazionale, Opera da Camera di Varsavia, Orchestra da Camera Wratislavia, Filarmonica da Camera Polacca di Danzica, l’Orchestra da Camera Polacca, anche Teatro di San Carlo di Napoli e Nico Ctr. Di Città del Capo.

Ha effettuato prestigiosi concerti in tutta Europa, Stati Uniti, Canada ,Australia, Giappone, India, Thailandia, Sudafrica, con grandi musicisti, come Lutoslawski, Penderecki, Zimerman, Benedetti-Michelangeli, Gulda, Berman, Szeryng, Menuhin, Kremer, Grimiaux, Accardo, Ughi, etc. Negli ultimi anni ha collaborato con il Festival Dino Ciani a Cortina d’Ampezzo sotto la direzione artistica di Jeffrey Swann, ha condotto corsi di alto perfezionamento musicale, oltre ad esibirsi in importanti recital in Italia e Polonia.

 

Jakub Tchorzewski

Pianista collaboratore

E’ un pianista polacco che da tanti anni vive in Italia. Tchorzewski si è esibito in Europa, Nord America, Giappone e Brasile.

Le sue performance sono state registrate e trasmesse via radio in Polonia, Italia, Svizzera, Slovacchia e Repubblica Ceca.

Negli ultimi anni, è stato invitato a partecipare a prestigiosi festival musicali come la Biennale Musica di Venezia, Festival di Bologna, Serate Musicali di Milano e Festival Pianistico di Roma.

Si è esibito al Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Regio di Parma, il Teatro Bonci di Cesena, Teatro Sociale di Bergamo e all’Auditorium Pollini di Padova.

Ha collaborato con musicisti di fama mondiale come Dejan Bogdanovic, Anna Maria Staskiewicz, Piotr Tarcholik, Jodi Levitz, Leszek Brodowski, Luca Fiorentini, Bartosz Koziak, Jadwiga Kotnowska ed altri.